Arredamento Rococ˛ (metÓ 700)

Nell' arredamento Rococ˛ si vede primeggiare lĺebanista Charles AndrŔ Boulle che invent˛ un mobile, recante il suo nome, ricchissimo di intarsi e applicazioni di materiali diversi anche pregiati.

Nella seconda metÓ del Ĺ700 si fa strada il mobile dalle linee pi¨ composte, il veneziano, che riscuote molto successo. Spariscono le pesantezze del secolo scorso, si ridimensionano e si ornano di curve sinuose ed armoniche.

Venezia produce i primi canapes dove alle decorazioni si aggiunge la praticitÓ (si raddrizzano le gambe, si assottigliano le impiallacciature). Esso non Ŕ altro che l'evoluzione del barocco affermatosi in Francia durante il regno di Filippo D'Orleans e Luigi XV.

Si fa prezioso anche il ruolo della donna nell' arredamento che ricerca comoditÓ senza rinunciare all' eleganza. Nel '700 nasce la fisionomia dell' appartamento moderno diviso in numerosi ambienti, ognuno dei quali con un arredamento proprio consono alla funzione della stanza.

Gli spazi si fanno pi¨ piccoli raccolti senza rinunciare alla decorazione. Infatti la ricchezza di questa corrente si basa sulla lavorazione della base architettonica pur utilizzando materiali poveri. Le pareti vengono rivestite con tappezzerie e carte da parato.

Il mobilio, contrariamente a quello Barocco si fÓ pi¨ piccolo adeguandosi agli spazi pi¨ esigui e con superfici e linee sinuose.

Non mancano gli intarsi, intagli, dorature e l' uso della laccatura. Ma vengono creati nuovi modelli sobri e pratici.

In Italia il Rococ˛ trova i suo terreno d'azione nella raffinatissima societÓ veneziana. Nasce il gusto per l' esoterismo e le suppellettili orientali